Bye-Bye Cream: sostenibilità e valorizzazione delle nostre filiere

Una crema spalmabile innovativa, a base di farina di carrube e di pasta di nocciole, che presenta una maggiore sostenibilità ambientale e sociale rispetto alle creme attualmente presenti sul mercato


Bye-Bye Cream: sostenibilità e valorizzazione delle nostre filiere

Una crema spalmabile innovativa, a base di farina di carrube e di pasta di nocciole, che presenta una maggiore sostenibilità ambientale e sociale rispetto alle creme attualmente presenti sul mercato.

Un prodotto uscito dai laboratori di Cremona Food-Lab, il polo tecnologico che opera presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Cremona e offre alle imprese del settore agroalimentare ricerca e servizi per l'innovazione.
 

 

Innovazione e sostenibilità

Il raggiungimento di questo obiettivo è stato possibile attraverso la valorizzazione dei residui della filiera viti-vinicola (olio di vinaccioli e farina di bucce d’uva); l’impiego di oli vegetali ad alto contenuto in acidi grassi insaturi per garantire un migliore profilo nutrizionale; l’utilizzo di ingredienti provenienti esclusivamente dal territorio italiano (nocciole e carruba come sostituto del cacao e dei suoi derivati).

Dall’unione sinergica di questi tre aspetti è nata Bye-Bye Cream, una crema eco-sostenibile che si è aggiudicata il secondo posto al concorso nazionale, indetto da Federalimentare, Ecotrophelia 2017.

 

 

Caratteristiche

Le proprietà chimiche e termo-meccaniche di Bye-Bye Cream sono state comparate con quelle di altre creme commerciali a base di nocciola e cacao.

 

In particolare, a livello sensoriale, Bye-Bye Cream si distingue per:

  • caratteristico gusto e corredo aromatico,
  • colore più intenso e maggiore spalmabilità,
  • retrogusto con toni tendenti all’amaro,
  • maggiore adesività.
  • presenta, inoltre, una fluidità tale da poter essere confezionata in un pratico formato squeeze.

 

Bye-Bye Cream si propone quindi come idea di prodotto funzionale e sostenibile. Rispetto alle creme simili offerte dal mercato, l’utilizzo dell’olio di vinaccioli, pur determinando una potenziale maggiore suscettibilità agli stress termo-ossidativi, contribuisce al caratteristico profilo nutrizionale e sensoriale della crema. Inoltre, la valorizzazione dei sottoprodotti e l’alto contenuto in fibre (19.8 g fibre/100 gprodotto) rendono Bye-Bye Cream un prodotto unico e inimitabile.

 

Riferimenti bibliografici: Lodigiani, C., Re, G., Tacchinardi, A., Spigno, G., 2017. BYe-BYe Cream - La crema spalmabile che valorizza i sottoprodotti dell’industria alimentare, MACCHINE ALIMENTARI, Ottobre 2017: 24-26.

Indietro